Articoli

LA DOP CINTA SENESE SOTTO LA TUTELA DEL CONSORZIO

Il Consorzio di tutela della Cinta Senese raggiunge un altro importante traguardo: ottiene dal Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali l'incarico a svolgere attività di tutela per la DOP "Cinta Senese".

Il lungo percorso compiuto dal Consorzio, da sempre impegnato a salvaguardare la razza e a valorizzare le sue carni tipiche tanto da ottenere la DOP, vede oggi riconosciuti i requisiti per operare “erga omnes” che permetterà di svolgere una più efficace ed incisiva attività di tutela a favore del consumatore.

<<Questo risultato è il riconoscimento all’impegno e alla serietà di tanti allevatori di questo splendido animale, che in questi anni si sono sottoposti volontariamente al rigido disciplinare di produzione, accollandosi costi e sacrifici che questo comportava. >> dichiara la Dott.ssa Chiara Santini, Presidente del Consorzio che ha aggiunto << Da oggi si aprono nuove opportunità per chi decidesse di iniziare questo tipo di allevamento perchè le richieste in Italia ed all’Estero sono in continuo aumento ed è necessario aumentare nei prossimi anni il numero dei capi.>>

Il Consorzio svilupperà le attività di valorizzazione delle carni DOP "Cinta Senese" anche attraverso la valorizzazione dei pregiati salumi ottenuti esclusivamente da tagli marchiati DOP, al tempo stesso potenzierà la promozione dei propri associati che sono sempre più numerosi ed impegnati ad ottenere alti livelli di qualità del prodotto.

Ma cosa cambia di fatto? Molto! Il riconoscimento conferisce infatti al Consorzio di Tutela della Cinta Senese DOP un potere di controllo sul mercato per verificare che non vi siano casi di imitazione, usurpazione o evocazione alla DOP Cinta Senese.

Questa importante attività di controllo del mercato verrà svolta in collaborazione con l'Ispettorato Centrale della Tutela della Qualità e Repressione Frodi dei Prodotti Agroalimentari (ICQRF) in Toscana e fuori da essa, ovvero in tutta l'Europa. Interesserà non solo i punti vendita delle carni e dei possibili trasformati, salumi sughi e quant'altro, ma ogni luogo di consumo quali ristoranti, gastronomie senza tralasciare le vendite online sempre più utilizzate per raggiungere i consumatori in ogni luogo.

 <<Il Consorzio, formalmente impegnato nei controlli, >> precisa la Presidente <<vuole stringere un patto di fedeltà con i consumatori a cui chiediamo di segnalare ogni etichetta dubbia, ogni indicazione che non presenti chiaramente il marchio bianco per le carni fresche DOP o il marchio rosso per i trasformati assegnato dal Consorzio. Stringendo questa alleanza sarà possibile dare una vera chance ad un suino che ha rischiato l'estinzione e che oggi può nuovamente pascolare, libero di nutrirsi nella campagna toscana. E' un patrimonio della collettività e insieme va difeso.>>

Un filiera tipica ed eccellente della Toscana, legata al territorio da conoscere da vicino per poter dire insieme: se non è DOP non è Cinta Senese!

Per info e maggiori informazioni contattare il Consorzio al numero 0577389513 – mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – sito internet www.cintasenese.org

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2015-07-29&atto.codiceRedazionale=15A05826&elenco30giorni=true